back 

BIXERA

 

 

Cinque musicisti romani, con la sincera passione per il jazz tradizionale, hanno dato vita, nel 2009, ad una formazione veramente unica per il fine che si propone: far rivivere la musica del grande cornettista bianco Leon “Bix” Beiderbecke.

La magica alchimia che si compie è dovuta in principal modo alla maestria degli arrangiamenti – preparati con doviziosa cura da Fabiano “Red” Pellini – e alla scrupolosa ricerca del “sound”, elegante e sobrio, che i membri del gruppo perseguono significativamente.

Alla scelta dei brani che compongono il repertorio dell'ensemble – e che sono tratti dalla sterminata mole di pezzi interpretati da Bix – si affianca il suggestivo supporto della scrittura, che, lungi dal riproporre pedissequamente le strutture di quei brani, in perfetto equilibrio tra tradizione e modernità, dona nuova linfa ad una musica già di per sé carica di rutilante vivacità.

Brani quindi come Singin' the blues, Riverboat shuffle, I'll be a friend with pleasure, veri cavalli di battaglia del cornettista, risultano essere ancora più valorizzati, attraverso il sottile gioco degli equilibri sonori fra le varie parti. Cinque strumenti sì, ma anche cinque solisti veri e propri!

Altri brani, come lo splendido You took advantage of me, riservano una piacevole sorpresa all'ascolto, perché ricordano, gustosamente, le “sinfoniche” sonorità gershwiniane dell'epoca! L'orchestrazione della Jazz Piano Suite (tra le pochissime musiche, peraltro per pianoforte, firmate da Bix) è, a tutti gli effetti, una vera primizia del quintetto. Ma non dimentichiamo anche composizioni eterne come Stardust, Jazz me blues, I'm coming Virginia, il lungo omaggio all'arrangiatore Jean Goldkette, in un Medley a lui dedicato e molto altro ancora.

Tutto questo può offrire il Quintetto Bixera, che, anche se esistente da poco tempo, ha già riscosso unanimi consensi ed è stato ospite di alcuni importanti locali romani e festival del genere (Bebop jazz club 2009, Sabina Jazz 2010, Fonclea summer festival 2010, Piazzetta in musica, Vignanello 2010).


La formazione:

Carlo Capobianchi: cornetta

Remo Izzi: sax alto

Paolo Bernardi: pianoforte

Valerio Minardi: Sax basso

Riccardo Colasante: batteria

Fabiano Pellini: arrangiamenti