back 

BRUNO LONGHI

 

 

Clicca sulla foto per il video di Bruno Longhi

 

 

Clarinettista milanese, ha iniziato a suonare in alcune jazz band di studenti nel 1957.  Verso la fine del 1959 incontra Lino Patruno con il quale fonda la nuova “Riverside Jazz Band” in sostituzione della omonima precedente formazione.

Quando qualche anno dopo, Patruno decide di far parte dei”Gufi”, si mette in contatto con Carlo Bagnoli  fondatore della “Milan College Jazz Society” e insieme decidono di  fondere le due formazioni con il nome “Milan & Riverside jazz band”.  Dopo poco tempo il gruppo tornerà a chiamarsi  “Milan College Jazz Society”.

Troppo lungo enumerare i tanti concerti e le tante partecipazioni ai più importanti Jazz Festivals italiani ed europei.

Quando, dopo diversi anni la “Milan” si scioglie, forma diversi gruppi di stile “swing” e “mainstream” di cui certamente i più significativi sono Il”Master Group” con Carlo Bagnoli  di cui fanno parte Sante Palumbo al piano, Marco Ratti al contrabbasso e Stefano Bagnoli alla batteria e più tardi l’ ”Italian Clarinet Summit” con musicisti di altrettanto grande prestigio : Gianni Sanjust al clarinetto, Enzo Randisi al vibrafono, Riccardo Zegna al piano, Rosario Bonaccorso al contrabbasso e Walter Ganda alla batteria.

Contemporaneamente continua la sua partecipazione come solista in vari gruppi di jazz formati da Lino Patruno , Romano Mussolini e altri.

Nel 1989 apre nello spazio del locale “Cà Bianca” un jazz club organizzando un programma con jazzisti italiani, europei e americani.

Nello stesso periodo e per gli anni successivi, fa parte della jazz band di Oscar Klein , la “European Jazz Stars”.

Ha inciso dischi con molti “grandi storici” jazzisti americani: Albert Nicolas, Joe Venuti, Jimmy Mc Partland, Wingy Manone, Spiegle Willcox, Bud Freeman, Eddie Miller, Dick Cary, Wild Bill Davison, Billy Butterfleld, Ralph Sutton, Bill Coleman, Bob Haggart. Ha suonato in numerosi concerti con vari  musicisti americani come Bob Wilber, Kenny Davern, Yank Lawson e tanti altri.

Da diversi anni ha aggiunto al clarinetto anche il sax soprano e il tenore.

 

 

 

contatti: brunolonghi@libero.it