back 

 

FRANCESCA CARATOZZOLO

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Francesca Caratozzolo è una giovane attrice di teatro, diplomata nel 1998 alla Scuola di Arte Drammatica Paolo Grassi di Milano.  

Au coté, ha studiato anche pianoforte, danza classica e moderna coltivando parallelamente un vivo interesse per la vocalità ed il canto.

Sperimenta inizialmente le proprie doti vocali con il repertorio delle canzoni del cabaret tedesco anni '20 e '30, genere musicale profondamente influenzato dal Jazz, che nel primo dopoguerra veniva prepotentemente affermandosi negli Stati Uniti e di riflesso in Europa.

Ascolta così le registrazioni delle grandi cantanti dell'epoca d'oro del Jazz Classico, appassionandosi in particolare all'intensità di Billie Holiday ed allo swing di Ella Fitzgerald, traendone spunto per affinare la propria sensibilità di interprete.

Nel 2005 ha formato questo trio ed ha iniziato ad esibirsi con successo come Jazz vocalist anche al di fuori dei circuiti teatrali.

Nel suo repertorio trovano posto grandi classici del Jazz come Lover Man, Sophisticated Lady, Georgia On My Mind , Night And Day e Stormy Weather.

 

 

ROBERTO MERONI, oltre ad insegnare musica e tecnica strumentale, è membro della notissima Civica Orchestra di Fiati di Milano.

Ha iniziato ad interessarsi al Jazz alla fine degli anni ‘70, ascoltando e studiando i dischi dei grandi clarinettisti e sassofonisti della Swing Era come Benny Goodman, Coleman Hawkins e Jimmy Dorsey.

Le sue doti di arrangiatore lo hanno presto portato a fondare e dirigere una Big Band ed una Jazz Band, oltre che a collaborare stabilmente con formazioni dirette da altri musicisti.

Ha partecipato, sia con i suoi gruppi sia con la Civica Orchestra di Fiati, ad innumerevoli ed importanti manifestazioni musicali italiane ed europee.

Dotato di un particolare gusto per l’armonizzazione della melodia, duetta autorevolmente con Francesca Caratozzolo ricreando il sound dell’epoca d’oro dello Swing.

 

 

NINO FRASIO ha iniziato a suonare la chitarra durante la felice ed irripetibile stagione del Beat inglese.

Dopo avere ascoltato quasi per caso alcuni dischi incisi da Jelly Roll Morton e King Oliver, si avvicinò al Jazz Classico ed iniziò a suonare il banjo, la tuba e la cornetta.

Negli anni ‘70 fondò la sua prima Jazz Band ed iniziò una carriera di polistrumentista che, nell’arco di oltre trent’anni di attività nell’ambito del Jazz Classico, lo ha visto partecipare ai più importanti Jazz Festival europei, esibirsi in programmi televisivi ed in numerose trasmissioni radiofoniche.

Appassionato studioso dello stile dei grandi chitarristi dell’era dello Swing, come sideman di Francesca Caratozzolo mette però a frutto anche tutta la sua ammirazione per Ed