back 

FRANCO GARRASSINI

 

 

 

 

Ha cominciato a suonare con alcuni amici amatori nel periodo della guerra, '42-'44. Facevano piccoli spettacoli musicali per i militari. Alla fine del conflitto formarono un complessino, “I Sette Gattini Malinconici”, e, a Radio Genova, accompagnano Natalino Otto. Partecipa alla fondazione dell'Hot Club Genova nell'autunno del '45 e ne diventa, in pratica, il batterista di casa per le jam session ed i concerti organizzati con musicisti genovesi ed ospiti di Torino e Milano. Nel 1947 il complesso stabile dell'Hot Club, diretto dal pianista Giorgio Di Liberto, ottiene una scrittura di un mese in Svizzera, all'Astoria Dancing di La Chaux de Fonds. Nel 1948 partecipa alla creazione di uno dei primi gruppi revival italiani, i Gate Avenue Strawhatters, che partecipano ai festival del jazz milanesi del '51 (Teatro Nuovo), '52 (Piccolo Teatro) e '53 (Teatro Excelsior) ed incidono 8 facce per casa Music. Nel 1955 si trasferisce a Milano per motivi di lavoro, incontra Lino Patruno ed entra nella neonata Riverside Jazz Band: è uno dei periodi più felici ed intensi della sua attività e termina agli inizi degli anni '60 quando maggiori impegni e responsabilità di lavoro lo costringono ad abbandonare a malincuore l'esperienza musicale, con la sola eccezione di un paio di apparizioni al Louisiana Club di Genova ne gli anni '70 in occasione dei concerti di Bud Freeman e Wild Bill Davison.

 

 

 

contatti:

fr.garr.garb@alice.it