back

 

THE BIX FRIENDS

 

Degli amici di Bix Beiderbecke, il primo musicista che conobbi fu Joe Venuti.
Era il 1971 e per me fu una forte emozione incontrare colui che gli fu accanto nella band di Jean Goldkette, di Frankie Trumbauer, di Paul Whiteman, di Irving Mills e di Hoagy Carmichael dal 1924 al 1930.
(Ma per questo straordinario incontro prego i lettori di leggere l’articolo a lui dedicato).

 

Clicca sulla foto per il video di Joe Venuti

 

Della band di Goldkette, Venuti a Washington 1975 mi presentò il trombonista Spiegle Willcox del quale divenni grande amico. Rincontrai Spiegle al Festival del Jazz di Nizza, a Milano nel 1983 per l’incisione del LP “Spiegle Willcox Rides Again”, a San Marino nel 1997 e ad Ascona nel 1999 e quella fu l’ultima volta che c’incontrammo. Ad Ascona, assieme suonammo alcuni brani del repertorio di Goldkette che lui aveva suonato 73 anni prima, e un paio di quei brani furono inseriti nel CD che gli dedicai dopo la sua morte che si intitola “Remembering Spiegle” arrangiato dal sassofonista Red Pellini.

 

Clicca sulla foto per il video di Spiegle Willcox

 

Fu poi la volta di Jimmy McPartland che incontrai a Nizza nel 1974 e con il quale a Milano nel 1975 incisi il disco “Singin’ the Blues” dedicato a Bix. Vorrei ricordare che McPartland sostituì Bix nei “Wolverines” quando se ne andò per suonare con la band di Goldkette. (Anche per McPartland consiglio i lettori di leggere l’articolo che lo riguarda in binomio con Dick Cary).

 

Clicca sulla foto per il video di Jimmy McPartland

 

Del 1974 è anche il LP che incisi con Wild Bill Davison intitolato “Relaxin’ in Milan”.
Anche se non suonarono mai assieme Wild Bill e Bix si incontrarono spesso. Bill lo ascoltò con i Wolverines nel 1924 e ne rimase letteralmente impressionato come disse in un’intervista rilasciata a al biologo Philip Evans nel 1984. (Anche per Davison ho scritto un articolo a parte).

 

Clicca sulla foto per il video di Wild Bill Davison

 

Nel 1975 incontrai altri due musicisti vicini a Bix, il trombettista di New Orleans Wingy Manone e il tenorsassofonista chicagoano Bud Freeman.
Entrambi nello stesso giorno presero parte al mio LP pubblicato dalla Carosello “Milan, May 24th” con la Milan College Jazz Society.
Con Wingy ci si incontrò esclusivamente per il disco e quel giorno assieme incidemmo due soli brani: When You’re Smiling e Early Morning Blues entrambi cantati da lui; successivamente con Bud Freeman completai il resto del disco.
Manone incontrò Bix spesso e l’ultima volta fu a Chicago nel Febbraio del 1930 al “ My Cellar” ma non suonarono mai assieme, mentre invece Freeman affiancò Bix più volte sia in sala d’incisione con la band di Hoagy Carmichael e con quella dello stesso Bix nel 1930, sia in orchestra nel 1931. In quelle occasioni li affiancarono Jimmy Dorsey, Joe Venuti, Eddie Lang, Benny Goodman, Charlie e Jack Teagarden, Joe Sullivan…
Vorrei ricordare che Bud Freeman qualche anno prima,nel 1927 aveva inciso 4 brani a Chicago con Eddie Condon e i McKenzie Chicagoans che sono considerati la prima testimonianza dello stile “Chicago”.
Con Freeman ci incontrammo più volte e suonammo spesso in assieme in concerto, in TV e per la seconda volta in sala d’incisione per la realizzazione di un LP dedicato ai 25 anni della Milan College Jazz Society.
Freeman era un vero e proprio gentleman; sembrava più inglese che chicagoano e nei modi aveva una certa somiglianza con David Niven. Era un uomo molto colto, gentile e raffinato e si poteva parlare con lui di qualsiasi argomento. Era un serissimo professionista e uno studioso doc; pensate
che negli anni ’50 studiò con Lennie Tristano per poter approfondire le sue conoscenze armoniche e potersi creare una “seconda giovinezza”.
A testimonianza di quanto detto, negli anni ’70 registrò un LP assieme al chitarrista Bucky Pizzarelli che si assicurò cinque stelle sulla rivista Down Beat.

 

                

                                        con Wingy Manone                                                                                                con Bud Freeman

                    Clicca sulla foto per il video di Wingy Manone                                    Clicca sulla foto per il video di Bud Freeman

 

Sempre nella seconda metà degli anni ’70 tenni dei concerti e registrai uno special per la TV con un altro grande tenorsassofonista di New Orleans Eddie Miller, che aveva suonato negli anni ’30 nella band di Bob Crosby e che nel 1939 e nel 1940 aveva vinto per ben due volte i referendum indetti dalla riviste Down Beat e Metronome come miglior tenorsassofonista del mondo.
Giovanissimo Eddie Miller suonò con Bix nella band dei fratelli Tommy e Jimmy Dorsey nel 1931 e successivamente con i Mound City Blue Blowers e la band di Ben Pollack. Dagli anni ’60 in poì militò nella band di Pete Fountain, di Red Nichols e nella World’s Greatest Jazz Band di Yank Lawson e Bob Haggart.
Una curiosità: ha dato il suono al sassofono di Tony Curtis nel film “A qualcuno piace caldo”.

 

Clicca sulla foto per il video di Eddie Miller

 

Nel 1991 durante un mio viaggio a Los Angeles, una sera a un party incontrai un signore il cui cognome mi sembrò familiare: si trattava del sassofonista Arnold Brilhart che suonò e incise dischi con Bix negli anni ’30 nella band di Irving Mills e di Hoagy Carmichael. Arnold negli anni successivi si era dedicato alla realizzazione di imboccature per sassofoni e in pochi anni i suoi prodotti divennero quanto di meglio si potesse trovare nel settore.

 

Clicca sulla foto per il video di Arnold Brilhart

 

Tutti questi personaggi e i loro racconti mi furono poi di grande aiuto nello scrivere il soggetto e la sceneggiatura del film “Bix” di Pupi Avati che fu realizzato nel 1990 e interamente girato a Davenport (Iowa) e a Chicago (Illinois). Le scene familiari furono girate nella casa dei Beiderbecke
oggi di proprietà di Pupi Avati.
Vi consigliamo di collegarvi con il sito di Bix ricchissimo di tutto quanto sia oggi reperibile del grande cornettista di Davenport: http://www.bixbeiderbecke.com

 

                                                                                                                                        LINO PATRUNO

 

 

Clicca sulla foto per il video di Bix Beiderbecke